In (video)games I trust

Il Colosso ed io – Shadow of the Colossus per PS4

Non avevo la Play all’epoca dell’uscita dell’originale Shadow of the Colossus e non conoscevo né gioco né storia, a parte naturalmente la fama che si portava dietro.
Ho pensato che la versione remastered fosse l’occasione giusta per coprire questa lacuna da gamer, e non mi sono sbagliato.
Dico subito che il lavoro svolto è qualcosa di eccezionale: il gioco è rimasto invariato in tutto, ad eccezione dell’elaborazione grafica, completamente rifatta (per capirci, non è solo un abbellimento delle texture). E’ possibile fare il confronto man mano che si svolge il gioco e si sbloccano le immagini nella galleria dei “bonus”, ove sono presenti comparazioni tra la versione originale e quella attuale. Da rimanere basiti!

Per chi non conoscesse la storia (tranquilli, niente spoiler), in soldoni si tratta di un guerriero che dovrà andare a caccia di Colossi in mondo onirico, seppur realistico.
La mappa, paragonata ai giochi attuali, non è immensa, ma rimane in ogni caso vasta. Pur essendo il mondo di gioco pervaso da un’atmosfera particolare, tipo di sospensione, di solitudine (ricorda molto The Last Guardian, ovviamente – tutte opere di Fumito Ueda, ma anche Journey), gli scenari rappresentano situazioni realistiche (ossia, si passa da paesaggi desertici, a quelli costieri, lagunari, boschivi, ecc.). Devo dire che, come mi è capitato in pochi videogames (Horizon Zero Dawn, The Last of Us), mi sono soffermato a bocca aperta di fronte ad alcuni scorci di panorama che, girovagando, ci si trova ad ammirare: costiere impervie sul mare, cascate massicce e potenti, boschi oscuri e fitti).
I vari colossi poi…sono qualcosa di incredibile: i loro movimenti, il dettaglio con il quale sono disegnati, la differenza di dimensioni rispetto al protagonista e tutto quello che lo circonda, tutto gestito con armonia e proporzione.
Ogni colosso ha il suo “punto debole” e la relativa tecnica per raggiungerlo. Devo dire che, seppur le modalità di soluzione di molti colossi siano simili, non ho avuto senso di noia o ripetizione nell’affrontarli. A parte uno dei colossi (in totale sono 16), che personalmente proprio non ho apprezzato, per tutti gli altri ho provato soddisfazione nell’affrontarli e combatterli.

Percorrerete il mondo di gioco a cavallo del fidato Agro, cavallo sempre presente e, anche lui, di dimensioni superiori a quelle regolari, armati di spada e arco. Con l’uso di questi strumenti, unitamente a doti di ancoraggio (per salire sui colossi bisogna avere abilità di grip, ossia di attaccarsi ad essi) avrete le basi per svolgere il vostro compito.
Devo dire che alcune battaglie hanno richiamato alla mia mente anche God of War (non l’ultimo, i precedenti).

Sparsi per l’open word ci saranno altari, ove è possibile curarsi, salvare il gioco (i save sono limitati ad alcune locazioni, non si possono fare ovunque) e trovare speciali lucertole dalla coda blu, necessarie per aumentare l’abilità di grip. Si troveranno anche particolari alberi con frutti che servono a curare ed aumentare la salute.

Il giudizio complessivo è positivo: è un gioco che un vero gamer non può farsi mancare. E questo giudizio vale ancora di più per gli old school gamers (non c’è comparto online e l’avventura non ha ritmi frenetici, ma lascia spazio a grandi voli di immaginazione). Solitamente si trova sui vari siti di online shopping ad un prezzo di 29€ (copia fisica), ma si trova spesso anche a meno, in occasione di promozioni.

Comparato ad altri giochi che ho particolarmente amato (es. Horizon), a livello di valutazione è un gradino al di sotto: quello che, secondo me, non è stato completamente convincente è la storia (sempre no spoiler…). Più che una favola, come molti la definiscono, si tratta di una tragedia, nel senso greco del termine. Il protagonista, per ragioni che scoprirete, non può essere definito eroe ed il finale lascia un po’ di amaro in bocca, unitamente ad un senso di poca chiarezza. Naturalmente, sono opinioni personali, e sento già i molti fischi (eufemismo) di voi che state leggendo 😉

Voto: 9/10. In ogni caso, un must have.
Il “plus”: l’epica battaglia finale.

Giocato con PS4 PRO. Immagini tratte da: https://www.playstation.com/en-us/games/shadow-of-the-colossus-ps4/


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *